rssicon

RICERCA PARTNERS
da parte della Fondazione Luigi Einaudi di Roma
e I.M.I.International Mentoring Institute,

presidente Piero Viscardi per l’implementazione di questo progetto europeo

“La cooperazione fra le generazioni come detonatore dell’innovazione nei lavori della cosiddetta “old economy” a Viterbo, un’affascinante provincia Italiana: i lavoratori anziani e le donne over 40 come un nutrimento strategico per le micro, piccole e medie imprese”

Acronimo del progetto
BIOEJ Boosting Innovation in “Old Economy Jobs”

Linea di bilancio B2-1630 – Azioni innovative finanziate a titolo dell’articolo 6 del regolamento relativo al Fondo sociale europeo: “Approcci innovativi alla gestione del cambiamento”
Invito a presentare proposte VP/2003/021

Lo scopo di questo promemoria è quello di stimolare il vostro interesse a diventare nostri partner in questo progetto pilota. Vi chiediamo quindi di apportare le vostre conoscenze, expertise, capacità e qualunque altra cosa riteniate importante per sviluppare, elaborare e sperimentare concrete azioni capaci di farci raggiungere gli obiettivi di questo progetto.
Il vostro contributo sarà particolarmente gradito nelle seguenti aree:
·formazione degli adulti; mentoring; cooperazione fra generazioni per lo sviluppo economico; innovazione intesa come capacità di sostituire modelli familiari e modi tradizionali di risolvere i problemi con nuovi approcci più efficaci ed efficienti; gestione dell’innovazione; implementazione della creatività nelle persone normali; imprenditorialità femminile; implementazione nella gestione delle leadership; intelligenza emotiva applicata al mondo del lavoro; problem solving nelle micro, piccole imprese; implementazione di strategie per migliorare la competitività delle piccole e medie imprese della UE..

Il progetto riguarda
Gestione del cambiamento demografico

Temi prioritari affrontati:
a) elaborazione di strategie per la gestione delle età e investimenti in risorse umane;
b) elaborazione e sperimentazione di nuovi modi di offrire formazione ai lavoratori anziani;
c) sensibilizzare alle potenzialità dei lavoratori anziani.

Il progetto si basa sulle seguenti considerazioni
L’Italia e specialmente il viterbese – più di altri paesi dell’UE – hanno la necessità di allungare sensibilmente la durata della vita lavorativa dei propri cittadini. Questo perché l’Italia non è solo uno dei paesi con la più alta presenza di anziani, ma anche uno di quelli dove la percentuale di popolazione attiva è una delle più basse. Tutto questo in un contesto dove:
·il sistema pensionistico è interamente sulle spalle della popolazione attiva;
·le persone anziane senza lavoro, o che non vogliono cercarlo, sono quasi sempre economicamente indipendenti;
·oggi, i lavoratori attivi incontrano grosse difficoltà nel guadagnare sufficiente denaro.
Tutto questo costituisce una miscela esplosiva che deve essere al più presto disinnescata promuovendo una sistematica cooperazione fra le generazioni e questo non solo per prevenire conflitti generazionali ma anche per far detonare lo sviluppo del nostro territorio.
Fortunatamente i Viterbesi stanno già incominciando ad affrontare il problema dell’invecchiamento attivo, e questo promemoria ne è una dimostrazione tangibile. A questo proposito noi pensiamo che – in un’economia come la nostra, basata principalmente su micro, piccole e medie imprese che operano principalmente nei settori della cosidetta “old economy” – non ci sia altro modo per sostenere lo sviluppo che promuovere l’innovazione in quei settori. Innovazione intesa principalmente come capacità di sostituire modelli familiari e modi tradizionali di risolvere i problemi con nuovi approcci più efficaci ed efficienti. Ma, noi siamo convinti anche che nessuna innovazione può avvenire se, al contempo, non siamo capaci di promuovere la fioritura di un contesto umano capace di produrre – a tutti i livelli – azioni di marketing efficaci e sostenibili. E questo come prerequisito per gestire il problema dello “invecchiamento e sviluppo” e per facilitare l’emergere di nuove leadership capaci di sostenerne l’innovazione nel tempo.

Vision, motto, mission e obiettivi del team del progetto
VISION: Il Viterbese come centro di eccellenza nelle pratiche per favorire il fiorire del suo contesto ed al contempo renderlo uso alle pratiche di marketing. Questo allo scopo di gestire al meglio le problematiche dell’invecchiamento attivo e facilitare l’emergere di nuove leadership capaci di gestire nel tempo “invecchiamento e sviluppo”.

MOTTO: solo le persone dal “cuore caldo” (empatiche) possono gestire tecniche di marketing dove nessuno perde.

MISSION: far partire un caldo confronto generazionale capace di produrre innovazione nei lavori della old economy e così:
·favorire la chiusura del ciclo di vita lavorativa degli over 50 e la crescita del ruolo delle donne over 40 nel mondo del lavoro;
·segnalare e promuovere l’utilizzo dei lavoratori anziani come nutrimento strategico per le micro, piccole e medie imprese;
·stimolare l’emersione di nuove leadership capaci di guidare l’innovazione nell’approccio all’invecchiamento attivo.

OBIETTIVI
1.Profit, nonprofit ed istituzioni insieme, per lavorare allo sviluppo di un contesto capace di: valorizzare le peculiarità dei lavoratori anziani in ordine al loro reinserimento nel mondo del lavoro; stimolare l’emersione di leadership capaci di gestire nel tempo l’invecchiamento attivo (tema prioritario c)
2.Erogare formazione ai lavoratori anziani con l’utilizzo di innovative applicazioni del mentoring (tema prioritario b).
3.Elaborare e sperimentare un’azione che valorizzi le peculiarità delle donne over 40 per renderle soggetti attivi nel nutrire lo sviluppo delle micro, piccole, medie imprese anche con l’aiuto di innovative applicazioni del mentoring (tema prioritario a/b)
4.Elaborare e sperimentare azioni capaci di far emergere idee per produrre innovazione nei lavori della old economy e specialmente in quelli connessi al mondo delle micro, piccole e medie imprese. Utilizzare queste azioni anche come occasione di training e relazione per migliorare l’occupabilità dei lavoratori anziani (tema prioritario b/c)

Durata del progetto: 18 mesi, budget indicativo € 500.000,00

Vi ringraziamo dell’attenzione e vi ricordiamo che il progetto dovrà essere presentato a Bruxelles entro gennaio 2005 e che per un’ottimale messa a punto del progetto è opportuno che gli accordi di partenariato si mettano a punto entro il 30 giugno 2004.

A cura di Pietro Antonio Viscardi alias Piero Viscardi
Presidente I.M.I. International Mentoring Institute
pievis@hotmail.com

Linea di bilancio B2-1630 –– Azioni innovative finanziate a titolo dell’articolo 6 del regolamento
relativo al Fondo sociale europeo: «Approcci innovativi alla gestione del cambiamento»
Invito a presentare proposte VP/2003/021