rssicon

E’ da qualche tempo che avevo voglia di proporvi qualche considerazione su cosa è il coaching in Italia o meglio a cosa serve il coaching?

E non importa se trattasi di personal coaching, life coaching, corporate coaching o business coaching e quant’altro del genere, perché quello che adesso voglio fare è invitare la vostra mente a rispondere a queste domande:

- Quante volte avete sentito il bisogno di avere qualcuno al vostro fianco per affrontare con più serenità ed energia il vostro mondo del lavoro?

- Quante volte avete trovato risposta al bisogno di essere capiti e sostenuti mentre siete alle prese con la vostra attività lavorativa e non importa se trattasi di svolgere un lavoro autonomo o dipendente?

Se la risposta è qualche volta o qualcosa del genere vuol dire che siete stati partecipi di una qualche azione di coaching.

Di coaching? Si chiederanno a questo punto molti di voi che penseranno anche tra se e se: io non ho mai conosciuto nessun coach, ne tanto meno ho partecipato ad attività o corsi di coaching…  io ho partecipato ad azioni di formazione, mentoring, tutoring, ad attività di consulenza aziendale, di counseling….

e addirittura qualcuna di voi potrebbe dire: io sono stato affiancato nel mio lavoro di manager, imprenditore, tecnico… da un facilitator che poi nella nostra lingua italiana suona come facilitatore.

Viaggiamo imsieme nel mondo e lavoroTutors, mentori, consulenti, formatori… e facilitatori quando sanno fare il loro lavoro (ovvero quando amano quello che fanno e coltivano una passione per il benessere psicofisico dei loro clienti) svolgono la stesso lavoro dei coach.

E così l’attività di coaching non è altro che quella svolta da professionisti e appassionati dilettanti capaci di mettere i propri clienti in uno stato di benessere tale da sentirsi sostenuti e facilitati nel capire ed agire per fare al meglio quello che i clienti stessi hanno deciso di voler fare nel percorso di carriera e vita lavorativa.

Credetemi: è così ed è tutto qui!!

E a quelli di voi che non sono ancora convinti che per fare bene le cose non è necessario prima capirle con la mente logica suggerisco la lettura di questo prezioso manuale di Coaching e dintorni tanto prezioso quanto tempestivo il cui titolo originale è: From Coach to Awakener (colui che risveglia= awakener).

L’edizione italiana è edita da NLP Italy con il titolo: "Il manuale del coach" tecniche per aiutare te stesso e gli altri a raggiungere i risultati desiderati.

Dopo che lo avrete letto e riletto più volte state sicuri che ad un certo punto non potrete fare a meno di dire: Grazie Robert, grazie di cuore! Robert Dilts è l’autore di questa risorsa sul mondo del coaching.