rssicon

E’ di un "patto generazionale" per spartirci le (ultime) briciole della torta e non di un patto generazionale per prepararne di nuove che sembrano interessarsi in questi giorni i mass media.

Se è vero che per rendersi conto del grado di bontà di una crostata non è necessario assaggiarla, è altrettanto vero che il tema del patto generazionale o patto sociale che dir si voglia è uno di quei temi che periodicamente  "esauriscono" le energie mentali dei nostri politici (tra l’altro da noi eletti).

patto generazionaleLe conseguenze delll’invecchiamento o per meglio dire dell’innalzamento dell’età media di noi italiani sembrano esaurirsi, o nelle diatribe sul se o come staccare la spina di macchinari a cui possiamo ritrovarci attaccati, volenti o dolenti, ad un certo momento della nostra vita, o sul come spartirci gli avanzi di quella che un tempo era la nostra ricchezza.

Credetemi! Non è di un patto generazionale che oggi abbiamo bisogno ma di un sano conflitto generazionale che ci aiuti e faccia decidere in che direzione remare tutti.

Un bel conflitto generazionale anche " maschio" se questo può servire a far emergere una conflittualità sotterranea latente che non può che distruggere i rapporti sociali.

a un patto generazionale frutto anche di un serrato e virile confronto, No ad un ennesimo patto figlio dell’ignoranza coltivata con tenacia se non dell’essere infingardi.

Commenta questo post

:

:

: