rssicon

?? Con quale spirito i nostri laureati – giovani e non – affronteranno le sfide del mondo del lavoro dopo che l’attuale ministro dell’Università (Fabio Mussi) – in occasione della presentazione della ricerca di Almalaurea – ha dichiarato a Bologna che: "E’ la mattanza dei laureati italiani" ? Per uno come me che da sempre (ovvero anche da quando ero studente universitario) sostiene che l’Università Italiana è KILLER DELL’ OCCUPAZIONE questa notizia non suona come una sorpresa. . . ma ciò non toglie che sentire tutto ciò continua a provocarmi dei profondi dolori allo stomaco!!

Nell’università italiana chi sono i responsabili di tanto scempio?

Cosa ci impedisce di individuarli e perchè no di capirne le motivazioni?

Per quanti anni ancora, noi italiani dovremo pagare il conto dell’inefficena del nostro sistema universitario?

Quanto dolore, sofferenza e frustrazioni dovranno patire i neolaureati italiani quando si affacciano al mondo del lavoro?

Non è certo una caccia alle streghe quella che voglio lanciare anche perché sono convinto che ben pochi di noi sono quelli che potrebbero permettersi di "scagliare la prima pietra". Ma una riflessione seria va aperta con urgenza e così vi segnalo alcuni miei post (forse provocatori, sicuramente pertinenti e che spingono all’azione) come un possibile punto di partenza da cui rimettere in moto quelle intelligenze e capacità che non mancano di certo anche a noi lavoratori italiani.

Quali sono le responsabilità delle Associazioni Imprenditoriali italiane? NO STRESS nel lavoro!! La responsabilità dei mass media nella situazione economica del nostro Paese Quali sono i talenti speciali che scarseggiano nel mercato del lavoro? Il nemico comune delle aziende e del mondo degli affari italiano

PRIMA IL PIACERE E POI IL DOVERE!! E ADESSO: alziamo il c**lo dalle sedie e AGIAMO!!!

 

3 Commenti per “Università italiana e mondo del lavoro: è la mattanza dei laureati italiani”

  1. BLOG di Piero Viscardi » Mondo del Lavoro e Patto Generazionale:un nodo da sciogliere per non far crollare il sistema pensionistico italiano ha scritto:

    […] Il meccanismo è molto semplice: da una parte ci sono quelli di noi che nel mondo del lavoro sono impegnati a guadagnarsi da vivere e che ogni mese conferiscono (attraverso i contributi)  una parte dei loro guadagni nelle casse dell’ I.N.P.S. (Istituto Nazionale Previdenza Sociale), dall’altra c’è lo Stato Italiano che attraverso l’INPS provvede a girare queste somme ai lavoratori in pensioni.  […]

  2. BLOG di Piero Viscardi » Come promuovere attività di consulenza, coaching, counseling… ha scritto:

    […] In questo link potete farvi un’idea di cosa io penso del mondo della nostra scuola e università…. e così ritengo quel mondo tanto pericoloso per il nostro benessere psicofisico da farmi venire in mente l’idea di…  […]

  3. BLOG di Piero Viscardi » Sistema ha scritto:

    […] come un lupo travestito da pecora: se ce ne accorgiamo per tempo possiamo ridurre il danno.   Se la scuola è il luogo dove i docenti si guadagnano da vivere è anche il luogo dove i minori si preparano alla vita e quindi si […]

Commenta questo post

:

:

: