rssicon

I lavoratori italiani non sono secondi a nessuno se non altro perché sono stati capaci negli ultimi 20 anni di far crescere l’Economia Italiana anche in presenza di un Contesto politico, sindacale e di rappresentanza del mondo aziendale che avrebbe paralizzato chiunque altro. Noi lavoratori italiani non siamo secondi a nessuno MA…. Ma adesso non abbiamo più addosso nessuna piuma, ovvero giorno per giorno ci siamo fatti togliere ed in silenzio tutte le piume e così ora siamo dei polli nudi. E se noi lavoratori siamo dei polli nudi lascio a voi immaginare cosa è diventato un mondo di spennati come quello delle nostre imprese piccole e grandi che siano. Così è arrivato veramente il momento di guardarci nelle palle degli occhi e chiederci:

- qual’ è il nostro destino di lavoratori ? qual’è il destino del paese industrializzato più vecchio al mondo e poi. . . vecchio demograficamente o solo vecchio??

Vecchi, siete vecchi, siete proprio vecchi ci grida dai microfoni di Radio 2 il pubblicitario Oliviero Toscani nella trasmissione condotta da Fiorello: una di quelle trasmissioni che sta lasciando un segno. Vecchi, siete vecchi, siete proprio vecchi…… e Noi giù tutti a ridere di cuore e davvero di cuore. Forse il saper ridere di cuore soprattutto su noi stessi e di noi stessi e farlo insieme agli altri è proprio la chiave di svolta ovvero il DETONATORE per rilanciare il nostro sistema economico e così per esempio dare:

- ai nostri giovani reali prospettive di occupazione; – alle nostre donne 40enni nuove occasioni per esprimere le loro potenzialità; – ai lavoratori dei settori in crisi nuove prospettive per valorizzare se stessi; – ai maschi nuovi spazi vitali.

Un DETONATORE capace di provocarti e risvegliare davvero in te il piacere di spingerti fuori e perché no arrabbiarti, arrabbiarti davvero perché il mondo del lavoro è proprio fatto per dare anche a te l’opportunità di esprimere il meglio di te stesso, sempre che lo vuoi. E se questo è vero allora dobbiamo renderci conto che possiamo provare a fare da DETONATORE se smettiamo di frequentare e di farci condizionare da tutti quelli di noi che sono vecchi nel cuore e nella mente. E siccome quelli di noi che sono davvero vecchi nel cuore e nella mente sono veramente pochi dovrebbe essere facile fare tutto questo. Ora e per rimanere sempre in argomento puoi farti un giretto nel mio sito www.pievismentoring.it e così QUALUNQUE SIA LA TUA ETA’ il mondo del lavoro non ti sarà più un luogo misterioso.

 

3 Commenti per “I lavoratori italiani non sono secondi a nessuno perché…”

  1. Paolo Ares Morelli ha scritto:

    Ciao Piero, condividiamo in parte gli obiettivi, ti invito a visitare il mio blog che si intitola http://www.bloggers.it/movimentolaureati/ , unirsi per affrontare determinati problemi diventa importante, fondamentale…ti aspetto…

  2. BLOG di Piero Viscardi » Perché la Lingua Italiana ci penalizza così tanto invece di aiutarci a capire meglio questo Nuovo Mondo del Lavoro? ha scritto:

    […] Noi lavoratori italiani non siamo secondi a nessuno o meglio, […]

  3. BLOG di Piero Viscardi » Università italiana e Mondo del Lavoro: “E’ la mattanza dei laureati italiani” ha scritto:

    […] Non è certo una caccia alle streghe quella che voglio lanciare anche perché sono convinto che ben pochi di noi sono quelli che potrebbero permettersi di "scagliare la prima pietra". Ma una riflessione seria va aperta con urgenza e così vi segnalo alcuni miei post (forse provocatori, sicuramente pertinenti e che spingono all’azione) come un possibile punto di partenza da cui rimettere in moto quelle intelligenze e capacità che non mancano di certo anche a noi lavoratori italiani. Quali sono le responsabilità delle Associazioni Imprenditoriali italiane? NO STRESS nel lavoro!! La responsabilità dei mass media nella situazione economica del nostro Paese Quali sono i talenti speciali che scarseggiano nel mercato del lavoro? Il nemico comune delle aziende e del mondo degli affari italiano […]

Commenta questo post

:

:

: